Contenuto principale

informativa-Stext

veg-Stext

olistica-Stext

ludica-Stext

scelte-alimentari-non-autorizzateDai cibi di distruzione di massa a una nuova cultura agroalimentare - La rivoluzione scientifica e culturale della nutrigenomica, oltre i pericoli del cibo industriale, gli inganni dell'informazione ufficiale e i condizionamenti pubblicitari. Marco Pizzuti, alla quarta edizione de L'Isola di Veg.

Il cibo ormai non è più come un tempo e per ottenere le vitamine di un’arancia degli anni ’30 oggi ne dobbiamo consumare 8. Frutta e verdura sono quasi insapori e in ogni alimento troviamo tracce di sostanze tossiche all’origine di molte patologie. Multinazionali onnipotenti stanno utilizzando la genetica per brevettare gli alimenti e impadronirsi del mercato mondiale del cibo. Quasi tutta la mangimistica dei nostri allevamenti è già stata sostituita con prodotti geneticamente modificati e i generi alimentari di eccellenza italiani sono stati contaminati da ciò che mangiano gli animali.

Tuttavia, i ricercatori della nutrigenomica stanno guidando una rivoluzione scientifica e culturale sugli eccezionali effetti di una corretta alimentazione: attivare geni preziosi del nostro DNA, disattivare quelli difettosi, guarire dalle malattie o prevenirle senza medicine. La salute è il bene più prezioso che abbiamo, ed è opportuno conoscere i pericoli del cibo industriale, gli alimenti da evitare e come applicare le nuove scoperte nella vita di tutti i giorni, perché “siamo ciò che mangiamo”. I nostri nonni non avevano a disposizione l’enorme varietà di prodotti offerti dalle grandi catene di supermercati e di fast food, ma sapevano esattamente di cosa si nutrivano, poiché il loro cibo naturale non nascondeva organismi geneticamente modificati, veleni chimici o trattamenti nocivi per la salute. Oggi, invece, con l’avvento dell’agricoltura industriale, caratterizzata da colture e allevamenti intensivi, il cibo viene imbottito di sostanze chimiche, lavorato e trasformato a tal punto che la stragrande maggioranza dei consumatori ignora completamente le informazioni sulla sua effettiva composizione.

Non si tratta però di dati che possono essere trascurati, perché le ricerche condotte dagli epidemiologi a partire dagli anni ’70 hanno accertato oltre ogni ragionevole dubbio che la rivoluzione industriale alimentare ha un ruolo predominante nell’insorgenza delle malattie caratteristiche del mondo moderno (tumori, problemi cardiovascolari, diabete, obesità, intolleranze, allergie, infertilità ecc.). Le nuove scienze dell’epigenetica e della nutrigenomica hanno inoltre dimostrato che le sostanze da noi assimilate attraverso il cibo influiscono anche sull’espressione genica, attivando o disattivando i geni del nostro DNA, e questa è una valida ragione in più per conoscere meglio le effettive proprietà dei generi alimentari che ingeriamo. Non è un caso, infatti, se viviamo in un’epoca caratterizzata dall’improvvisa e “misteriosa” esplosione di patologie prima completamente assenti o comunque molto rare. L’avanzata del cibo spazzatura sembra inarrestabile, perché gli interessi economici derivati dalla sua commercializzazione sono enormi. Cosa possiamo fare per combatterla? Quali sono i benefici per l’ambiente e per l’organismo di un’alimentazione più consapevole?

 

 

Marco Pizzuti, autore del libro
"Scelte Alimentari non Autorizzate",
sarà presente Sabato 28 Maggio 2016
nell'Area Informativa - Spazio Conferenze
de L'Isola di Veg

 

 

marco-pizzutiDott. Marco Pizzuti
(Scrittore, Blogger, Opinionista)

Area Conferenze
Sabato 28 Maggio 2016 - Ore 18:30 > 20:00
Titolo: "Scelte Alimentari non Autorizzate"

Profilo: Marco Pizzuti, scrittore (con più di 100.000 copie vendute solo in Italia), blogger, opinionista, conferenziere, è considerato tra i maggiori esperti di controinformazione. Da anni svolge ricerche indipendenti in campo storico, politico/sociologico, medico e scientifico, e nel 2008 ha creato il blog www.altrainformazione.it, ormai divenuto punto di riferimento della libera informazione per milioni di utenti l’anno. Ha scritto otto volumi attualmente in pubblicazione in 18 paesi: Rivelazioni non autorizzate, Scoperte archeologiche non autorizzate, Scoperte scientifiche non autorizzate, Rivoluzione non autorizzata, I mercanti della salute, Esperimenti scientifici non autorizzati, Scoperte mediche non autorizzate e Scelte alimentari non autorizzate. È spesso ospite di emittenti radio e televisive in qualità di esperto in controinformazione e ricercatore scientifico. Dal 2011 collabora con il programma “Mistero” (ora “Mistero Adventure”) di Italia Uno, dove ha mostrato alcuni degli esperimenti scientifici più controversi (reazioni nucleari a debole energia, effetto Biefeld-Brown, trasmissione di energia senza fili etc.). Pubblica articoli anche per l’omonimo magazine uscito per la prima volta in edicola nel 2012. Dal 2016 si occuperà anche di una rubrica scientifica per la rivista “Scienza e Conoscenza” del gruppo Macro. Nel campo della divulgazione scientifica ha collaborato con il Museo dell’Energia e nel 2011 ha stabilito il nuovo record mondiale (TEDxBologna 2011) nella trasmissione di corrente elettrica senza fili direttamente in forma di corrente alternata (senza l’impiego del sistema witricity) applicando esclusivamente la tecnologia Tesla di fine ’800 (www.altrainformazione.it).