Contenuto principale

informativa-Stext

veg-Stext

olistica-Stext

ludica-Stext

LOGO 2014

Approfondimenti e Degustazioni vegetariane e vegane,
per un'alimentazione nuova e salutare

ProgrammaArea InformativaArea VegArea Olistica

Chiostro degli Agostiniani e Archivio Storico
Comune di Bracciano (RM)

18 e 19 Maggio 2013

Apertura al pubblico:
Sabato 18 Maggio (09:00 - 23:00)
Domenica 19 Maggio (10:00 - 20:00)

INGRESSO GRATUITO

Comune di Bracciano - Piazza Giuseppe Mazzini, n°5
Comune di Bracciano - Via Umberto I, n°5

lisoladiveg-locandinaAlle ore 20.00 del 19 Maggio 2013, L’Isola di Veg chiude i battenti e si ritira per preparare la nuova edizione. In due giorni sono approdati sulla nostra isola centinaia di persone spinte da curiosità, dal desiderio di approfondire gli argomenti da noi proposti (alimentazione vegana, biologica, attività olistiche, lotta per la difesa degli amici pelosi e tanto altro…) o mosse, anche solo, dal piacere di passeggiare tra gli stand e acquistare prodotti naturali e manufatti artigianali.

Nel nostro piccolo, crediamo di aver raggiunto l’obiettivo prefissato inizialmente: dare risposte semplici a semplici domande; cosa sono i prodotti veg? Quale vantaggio si trae dalla loro consumazione? Chi li produce? Dove si possono trovare? Tanti piccoli dubbi ai quali crediamo di aver dato, in parte risposta. Ma possiamo fare ancora di meglio, e lo faremo….arrivando lì dove non siamo potuti arrivare in questa prima edizione.

L’Isola di Veg, con la sua energia e voglia di portare a conoscenza un nuovo stile di vita, è riuscita a creare l’atmosfera giusta affinché, tutti i suoi partecipanti, potessero ritrovarsi insieme in un ambiente, dove la serietà degli argomenti e la gioiosa convivialità, fossero unite in un unico abbraccio.

E così, tra i banchetti colorati e curati in ogni minimo particolare, tra le attività olistiche gratuite aperte a tutti, tra le conferenze e gli intrattenimenti ludici e musicali… L’Isola di Veg riprende la sua navigazione e, nel luogo del nuovo approdo, attenderà, con tutta l’energia e la semplicità che la contraddistingue, nuovi e vecchi visitatori pronti a intraprendere un nuovo viaggio con noi...

 

Programma de L'Isola di Veg 2013

  • Depliant 2013 Lato A
  • Depliant 2013 Lato B
 
 

Area Informativa
(Relatori - Sala Conferenze)

 

Dott. Giovanni Brincivalli
(Medicina e alimentazione Ayurvedica)

Prof. Bruno Fedi
(Movimento Antispecista)

Dott.ssa Leila Nicoletti
(Biologa - Nutrizionista)

Dott. Massimo Andellini
(Presidente Unione Vegetariana Animalista)

Dott. Franco Libero Manco
(Presidente dell'AVA - aspetto etico, salutistico e antropologico)

Dott. Belotherkovsky Dany
(Medico Chirurgo, esperto di Naturopatia e Ricerca Bio-Medica)

Lia Veneziani
(Alimentazione Vegetariana e Vegana)

Claudio Menicocci
(Enologia e Agricoltura Biodinamica)

Dott.ssa Roberta Bartocci
(Biologa, Nutrizionista e Vegan Coach)

Walter Caporale
(Pres. Associazione Animalisti Italiani)

Massimo Leopardi e Julia Ovchinnikova
(Veggie Channel - Web-TV)

_________________________

Ulteriori dettagli sui Relatori li troverai qui.

 

 

Area Veg
(Associazioni e Stand - Chiostro degli Agostiniani)

 

Area Olistica
(Operatori del Benessere - Sala del Comune di Bracciano)

 

Operatore Maurizio Dina
(Sciamanesimo e Yoga)

Operatrice Bibi Guru Inder Kaur
(Yoga)

Operatrice Elisabetta Simonetti
(Massaggio Thai)

Operatrice Giusj Moro
(Kinesiologia e Neuro Training)

Operatrice Valentina Scognamiglio
(Meditazione con la Madre Terra)

Operatrici Cristina Pasquini e Paola Carabba
(Accademia Italiana Shiatsu-do)

Operatrice Nausicaa De Strobel
(Cristalloterapia, Reiki e Bars)

___________________

Ulteriori dettagli sugli Operatori Olistici li troverai qui.

 


 

Concerto di Oscar Bonelli
(Sabato 18 Maggio 2013 - ore 21:00)


OSCAR BONELLI inizia la sua ricerca musicale verso i trent'anni. Con la Oscar-Bonellidanza africana e le percussioni rafforza il suo contatto con Madre Terra, pianta le sue radici musicali, aumentando la sua forza vitale, da cui ben presto si slancia verso una ricerca di toni più elevati e sottili. Incontra numerosi maestri (Francesca Cassio - canto indiano; Nela Bagawath - Mumbay, canto indiano; Tran Quan Gai - Vietnam, canto armonico; Roberto Laneri - canto armonico; Riccardo Misto - Nada Yoga; Giovanni Imparato - drum circle, ecc) dai quali impara le tecniche che, grazie alla sua spiccata sensibilità artistica e spirituale, elevano la sua anima verso lo spazio infinito. Oscar esprime la sua abilità attraverso i suoi concerti con molti strumenti musicali, che arrivano da tutte le zone e le culture del mondo, che lui suona abilmente, fondendo i suoni, con grande maestria, in un canto che diventa preghiera e slancio verso il divino. Con l'Associazione 'Un nuovo mondo è possibile', con la quale collabora da diversi anni, realizza i suoi laboratori di canto energetico, condividendo la sua esperienza sulla meditazione sul suono, il canto armonico, le campane tibetane e l'approccio alle percussioni. In questi laboratori, Oscar Bonelli aiuta i suoi allievi ad aumentare la forza vitale e a lavorare sulle varie tecniche, stimolando in ognuno una parte terrena ed una parte eterica, portando il corpo a la mente in equilibrio energetico.


01.jpg02.jpg03.jpg04.jpg05.jpg06.jpg07.jpg

 

Ristorante La Zuccallegra
Bracciano - Roma


ESOTERISMO E MAGIA TRA I PIATTI COLORATI DE "LA ZUCCALLEGNA"

Locali Bio a misura d'uomo.

Articolo di Alessandra Verducci
Fonte: http://www.leidonnaweb.it/benessere/cucina/item/461-zuccallegra-ricetta-arancini.html

la-zuccallegra

Lungo una stradina di Bracciano, tra piccole case tipiche di uno storico paese, c’è un portoncino con una finestrella sulla sinistra. A guardarlo per la prima volta, da fuori, questo carinissimo locale sembra un’abitazione privata, ma una luce, non troppo accesa, illuminando soffusamente il nome, La Zuccallegra, toglie ogni dubbio. E già da qui, ti rendi subito conto che l’apparire, per la Zucca, poco conta e il farsi notare è certamente traslato nel più interessante farsi scoprire. Conoscere Lia, chef-VEGetariANA, e rimanere a parlare con lei fino a tarda sera, è stata una piacevolissima scoperta ed esperienza. Il locale è piccolino, colorato di arancione e pieno di zucche. I posti a sedere sono 20 e Lia non ama fare “turnazioni”.

I suoi ospiti sono tutti speciali ed è normale che, sia a pranzo sia a cena, rimangano con serenità seduti a tavola per tutto il tempo che desiderano. Anche qui, fortunatamente, tutto va oltre le pesanti e ormai stantie leggi economiche del solo guadagno e la qualità, dunque, supera di gran lunga la quantità. L’esoterica Lia ha aperto questo magico posticino il 15 giugno 2011, durante il periodo di luna piena, come tiene a sottolineare lei stessa.

Ottima cuoca da sempre, prima di fare della sua cucina Veg un mestiere, ha proposto per alcuni anni sani prodotti bio nel suo negozio, oggi chiuso. Parte di quel negozio, però, l’ha poi portato e allestito lungo una parete del ristorante ed è possibile, quindi, anche ora, andarla a trovare solo per farsi consigliare ezuccallegra-bio acquistare qualcosa di diverso e genuino da riportare a casa. Da Lia la materia prima è quasi tutta biologica, quasi, perché parte delle verdure le prende in un piccolo mercato contadino, ideato da Genuino Clandestino, dove si trovano solo prodotti di stagione e rigorosamente coltivati da “veri” contadini. Lia fa la spesa anche al mercato locale di Bracciano cercando, però, di sapere sempre da dove arrivano i prodotti messi in vendita sui banchi.

Comunque, a La Zuccallegra frutta e verdura sono a Km0, le birre artigianali e i vini, sapientemente curati dal socio intenditore Claudio, tutti biologici e senza solfiti. Il menu è giornaliero e spesso cambiato dal pranzo alla cena. I piatti, inventati sul momento e decisamente abbondanti, arrivano sulla tavola pieni di colori e allegria. Lia lo ripete spesso: ”Il cibo che servo è una forma di comunicazione e quello che desidero è comunicare allegria. I miei piatti devono far ridere”. Capite bene che le premesse sono ottime per passare una serata mangiando, bevendo e sorridendo con il cuore.

Ed io ho sorriso parecchio quando la gentilissima Lia ha portato sulla tavola, apparecchiata per due, con calici di vino rosso, candela e carte divinatorie Wicca, i coloratissimi Arancini de La Zuccallegra, un piatto buonissimo e di certo colorato. E’ il piatto che Lia mi ha proposto di suggerirvi, con la certezza di portare sulla vostra tavola molta allegria.